ⓘ L'enciclopedia libera. Lo sapevi che? pagina 120



                                               

Indifferenza

Il termine indifferenza e differentia, senza differenza) in filosofia può significare: tranquillità danimo espressa senza desiderio o rifiuto di fronte ad un oggetto; comportamento tale che, allatto di prendere una decisione tra due alternative, ...

                                               

Individualismo aperto

L Individualismo aperto, o teoria dellindividualità aperta dellidentità personale, è un punto di vista filosofico secondo il quale esiste un solo soggetto, numericamente identico, che è lo stesso per tutti. Rappresenta una soluzione teoretica all ...

                                               

Individuo

Individuo è il lemma corrispondente alla traduzione latina, fatta per la prima volta da Cicerone, del termine greco ἄτομος. Individuo, quindi, vuol dire indivisibile ed è usato in filosofia per indicare che ogni singolo essere ha caratteristiche ...

                                               

Industria culturale

Il termine industria culturale è un paradigma socio-culturale introdotto e usato per la prima volta da Max Horkheimer e Theodor W. Adorno, due filosofi appartenenti alla Scuola di Francoforte. Il concetto apparve in Dialettica dellIlluminismo per ...

                                               

Infinito (filosofia)

L infinito in filosofia è la qualità di ciò che non ha limiti o che non può avere una conclusione perché appunto infinito, senza-fine. Nella concezione cristiana il concetto, coniato nellambito del pensiero greco, trova la sua coincidenza con Dio ...

                                               

Intellettualismo

Il termine intellettualismo indica latteggiamento di chi pone in primo piano lattività dellintelletto e la considera preminente rispetto alla volontà, alle emozioni e alle intuizioni.

                                               

Interazione

L interazione è un fenomeno o processo in cui due o più oggetti agiscono uno sullaltro. Nel concetto di "interazione" è essenziale lidea di azione bidirezionale, il che la distingue dalla relazione causa-effetto. Inoltre linterazione è presente i ...

                                               

Intermundia

Gli intermundia, nella filosofia epicurea, si identificano col vuoto, presente fra gli infiniti mondi, dove abitano eternamente gli dei nel loro stato di atarassia e aponia che li porta a non interessarsi in nessun modo dellandamento delle cose t ...

                                               

Interpretazione (filosofia)

Nel XVII secolo, Baruch Spinoza con il suo Tractatus theologico-politicus ribadirà questa linea interpretiva sostenendo che essa va comunque riservata a quei passi dove è evidente la necessità di andare oltre il senso letterale che preso di per s ...

                                               

Intuizione

Il termine intuizione deriva dal latino intueor, e rappresenta una forma di sapere non spiegabile a parole, che si rivela per lampi improvvisi, sulla cui origine i pareri sono discordi: secondo il meccanicismo sarebbe riconducibile a processi mec ...

                                               

Io (filosofia)

L Io in filosofia è il principio della soggettività, attività di pensiero alla quale è stato spesso attribuito un valore particolare poiché è il fulcro da cui nasce la riflessione filosofica stessa. Il concetto di Io corrisponde infatti al moment ...

                                               

Ipostasi

L ipòstasi, nella filosofia neoplatonica e in Plotino, è ognuna delle diverse dimensioni della realtà, gerarchicamente generate, appartenenti alla stessa sostanza divina, che le produce per una sorta di emanazione, altrimenti detta processione. I ...

                                               

Ipotesi

Spesso le dimostrazioni matematiche vengono enunciate in tre parti: ipotesi, tesi e dimostrazione, dove lenunciato da dimostrare non è lipotesi ma la tesi, le ipotesi sono invece le condizioni in cui si opera, inteso che vengono utilizzate insiem ...

                                               

Ira (filosofia)

Il termine ira nel linguaggio corrente si riferisce a un comportamento che, superando i limiti moderatrici della ragione, esprime una passione che trova sfogo e soddisfazione in offese verbali o fisiche nei confronti di chi ha causato la reazione ...

                                               

Kalokagathia

Lespressione kalokagathìa indica nella cultura greca del V secolo a.C. lideale di perfezione fisica e morale delluomo.

                                               

Katékon

Kathékon è un termine filosofico introdotto dallo stoicismo, traducibile con" azione giusta”," azione conveniente secondo natura” o anche come "dovere". Il termine fu reso in latino da Cicerone con officium, e da Lucio Anneo Seneca con convenient ...

                                               

Legge di complessità e coscienza

La legge di complessità e coscienza è la tendenza che esiste allinterno della materia a diventare maggiormente complessa e allo stesso tempo ad accrescere la coscienza. La legge fu dapprima formulata dal gesuita e paleontologo Pierre Teilhard de ...

                                               

Legge di Hume

La legge di Hume è un principio filosofico metaetico formulato dal filosofo scozzese David Hume, per il quale bisogna operare in ogni momento la distinzione e la separazione tra "ciò che è" e "ciò che deve essere" ; in termini più formali, quindi ...

                                               

Letztemensch

Lultimo uomo, o ultimuomo è un concetto filosofico ideato dal filosofo e scrittore tedesco Friedrich Nietzsche. Il termine Letztemensch venne utilizzato da Nietzsche per la prima volta nella sua opera più famosa, Così Parlò Zarathustra, e indica ...

                                               

Libero arbitrio (Nietzsche)

Il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche assume come punto di partenza della teoria del libero arbitrio il negare che esista sia la libertà di volere sia la non libertà di volere poiché per lui la distinzione è invece tra libertà forti e libertà d ...

                                               

Libertà

Per libertà sintende la condizione per cui un individuo può decidere di pensare, esprimersi ed agire senza costrizioni, ricorrendo alla volontà di ideare e mettere in atto unazione, mediante una libera scelta dei fini e degli strumenti che ritien ...

                                               

Lichtung

Il termine tedesco Lichtung, traducibile in italiano con "Ciò che precondiziona qualsiasi luce e ombra consentendo a entrambe di essere tali", è uno dei nuclei teoretici fondamentali del pensiero heideggeriano. La parola non indica un ente ma si ...

                                               

Logocentrismo

In filosofia e nelle teorie della ricezione e della letteratura con logocentrismo si intende la centralità del logos come fondamento di un discorso e di un testo che vogliano considerarsi significanti e/o sensati.

                                               

Logos

Logos, deriva dal greco λέγω, che significa scegliere, raccontare, enumerare, parlare, pensare. I termini latini corrispondenti si rifanno con il loro significato di calcolo, discorso al senso originario della parola che successivamente ha assunt ...

                                               

Luce (filosofia)

Luce deriva dal latino lux lucis dalla radice indoeuropea leuk-. Il corrispondente termine in greco è reso con laggettivo λευκός, "brillante, bianco". Un particolare significato di luce in greco si ha con φῶς la cui radice corrisponde a quella de ...

                                               

Macrocosmo e microcosmo

Macrocosmo e microcosmo, in ambito ermetico ed esoterico, designano due entità di cui luna è riproduzione in scala dellaltra, e che per via della loro somiglianza formano un insieme indivisibile, ununità dove le parti sono in rapporto al tutto. L ...

                                               

Malafede

La malafede è una motivazione comportamentale per la quale un individuo agisce in modo formalmente corretto, sebbene mascherando le proprie intenzioni in modo da non far trapelare gli obiettivi che realmente persegue. Il termine è più propriament ...

                                               

Materia (filosofia)

Il termine materia, che corrisponde nei suoi significati al greco hyle è usato in filosofia da Platone e da Aristotele; questultimo lo intende: come ciò che permane come sostrato nel divenire dei mutamenti; come principio di individuazione: la ma ...

                                               

Māyā

Con il sostantivo femminile sanscrito māyā si indicano diverse dottrine filosofiche e religiose originarie dellIndia nonché, come nome proprio, la madre di Gautama Buddha e la dea Laksmī. Il significato di māyā è originariamente quello di "creazi ...

                                               

Mediazione (filosofia)

Per mediazione in filosofia sintende il passaggio da una proposizione ad unaltra mediante la presenza di termini intermedi che rendono così possibile laffermazione conclusiva finale.

                                               

Memoria (filosofia)

La memoria è una funzione intellettuale che si attiva fisiologicamente a seguito dellosservazione sensibile di tracce lasciate da oggetti o da esperienze che permettono di risalire alla configurazione di una cosa o di un evento passato. La memori ...

                                               

Meraviglia

La meraviglia è il sentimento di stupore e sorpresa suscitato da una cosa o da una situazione nuova, straordinaria o inattesa. È vista storicamente come un aspetto importante della natura umana, essendo in particolare collegata alla curiosità e a ...

                                               

Metessi

Il termine acquista rilevanza filosofica nellambito del pensiero platonico. Tra il mondo corruttibile delle cose terrene e quello puro e perfetto delle idee esiste infatti una differenza ontologica così rilevante da porre Platone di fronte a un d ...

                                               

Metodo (filosofia)

Il termine metodo e ὁδός indica, in senso generale, un comportamento diretto al fine di istituire un ordine razionale in una ricerca e, in termini specifici, le regole e i principi nella procedura da adottare per lacquisizione di una conoscenza i ...

                                               

Mimesi

Il termine mimèsi deriva dal greco μίμησις e ha il significato generico di "imitazione", "riproduzione"; con la derivazione da μιμέομαι e mimos acquista il senso specifico di "rappresentazione teatrale".

                                               

Modo (filosofia)

In Aristotele, considerato il fondatore della logica modale, i modi riguardano linerenza del predicato al soggetto e possono essere quelli della necessità, della possibilità, della contingenza e dellimpossibilità. Nella logica aristotelica, e poi ...

                                               

Molteplicità

La molteplicità è la pluralità degli enti considerata dal punto di vista quantitativo; si distingue perciò il molteplice, in quanto composto da una varietà di enti diversi, dallunità di ciò che è univoco, in quanto identico a se stesso. In ogni a ...

                                               

Monade

La parola monade deriva dal greco μονάς monas e ha assunto differenti significati a seconda dei contesti in cui è stata utilizzata.

                                               

Mondo (filosofia)

Mondo è una categoria filosofica che ha assunto storicamente vari significati. Esso indica, nelle varie dottrine filosofiche: La totalità delle cose esistenti, quale che sia il significato attribuito alla parola esistenza nelle diverse ermeneutic ...

                                               

Monotonia dellimplicazione

La monotonia è la proprietà di un connettivo di implicazione logica di conservare un valore di verità positivo trasformando lantecedente "a" nella congiunzione dello stesso antecedente "a" con una qualsiasi altra formula. in altri termini, lopera ...

                                               

Morale

La morale è linsieme dei valori o principi ideali in base ai quali lindividuo e la collettività decidono liberamente la scelta del proprio comportamento. Tali valori si originano dalla realtà sociale e politica, si riferiscono allorganizzazione e ...

                                               

Moralismo

Il termine moralismo può assumere una varietà di significati: in filosofia con "moralismo" ci si riferisce alla considerazione della legge morale come superiore ad ogni altra attività umana: comè, ad esempio, nellaffermato primato della Ragion pr ...

                                               

Moralità signore-servo

La moralità signore-servo è un tema centrale nelle opere del filosofo tedesco Friedrich Nietzsche, in particolare nella Genealogia della morale. Nietzsche sosteneva che vi erano due tipi fondamentali di moralità: la morale del signore e la morale ...

                                               

Moralità vittoriana

Col termine di moralità vittoriana si è soliti indicare la visione morale della popolazione inglese durante il periodo del lungo regno della Regina Vittoria ed il clima morale nel Regno Unito nel XIX secolo in generale, in contrasto con la morali ...

                                               

Morte (filosofia)

Il problema della morte attraversa la storia della filosofia occidentale che ha tentato di darne una spiegazione metafisica e nel contempo di chiarirne il significato in rapporto allesistenza delluomo nel mondo.

                                               

Morte di Dio

La morte di Dio è un mito o un accadimento religioso presente in più tradizioni, oltre che un concetto teologico e filosofico. La religione più segnata dallavvento della morte di Dio è il cristianesimo secondo cui Gesù Cristo, figlio di Dio e Dio ...

                                               

Motore immobile

Nel pensiero di Aristotele il motore immobile o primo motore è un concetto che rappresenta la causa prima del divenire dellUniverso.

                                               

Münchhausen-Trilemma

Il Münchhausen-Trilemma, chiamato anche trilemma di Agrippa, è un termine coniato dal filosofo Hans Albert per definire limpossibilità di provare alcuna verità assolutamente certa eccetto che le tautologie. È definito trilemma perché pone tre pos ...

                                               

Natura (filosofia)

La natura in filosofia è linsieme di tutte le cose esistenti considerato nella sua forma complessiva, nella totalità, cioè, dei fenomeni e delle forze che in esso si manifestano.

                                               

Natura naturans

Natura naturans è unespressione latina, traducibile con natura naturante, che trova la sua prima concezione nella scolastica e successivamente nel filosofo Giordano Bruno nellopera De la causa, principio et uno del 1584. Ritroviamo questa concezi ...

Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →